La TenYearChallenge è l’attualissima tendenza social che prevede la pubblicazione di due foto, una accanto all’altra, scattate con 10 anni di differenza su Facebook e Instagram seguite dall’hashtag #10YearChallenge. Questo fenomeno sta interessando molti utenti di qualsiasi età e provenienza.
Il motivo principale che spinge a postare le immagini è la condivisione di un successo, una vittoria. Pubblicandolo è possibile ottenere gratificazione da parte degli amici. Mostrando le foto del nostro passato vogliamo mettere in luce i nostri cambiamenti positivi: sia riguardanti il nostro aspetto fisico, l’aspetto lavorativo, la famiglia e più in generale la nostra vita. Inoltre, può sorgere un forte senso nostalgico. Il passato riaffiora e porta con sé tutta la sua carica emotiva. Insomma la TenYearChallenge Trend ci suscita un insieme di suggestioni.

tenyearchallenge

I Social Network e le nostre emozioni

È ormai evidente che per i Social Media di Zuckerberg i nostri sentimenti, le nostre emozioni e passioni sono importanti. Infatti, avere a disposizione delle informazioni sulla sfera emotiva degli utenti assicura una migliore risposta ai bisogni e desideri. Su questi canali non solo possono nascere legami affettivi interpersonali ma anche tra i fan e i brand. Gli utenti vogliono sentirsi considerati, coinvolti, coccolati e informati dalle aziende che seguono.
Inoltre, è interessante il fatto le nostre emozioni non sono più veicolate attraverso dei contenuti testuali (come accadeva con i Blog) ma attraverso delle immagini o dei video.

TenYearChallenge

Facebook e le sue attività

Zuckerberg sta investendo denaro nella realizzazione di algoritmi per il riconoscimento facciale. Per il loro funzionamento questi programmi hanno bisogno di dati sempre aggiornati. Intende andare oltre il semplice suggerimento automatico “Tagga un amico”. Non si sa con certezza quale sia lo scopo di questi investimenti. Si può ipotizzare che ad esempio potrebbero essere usati per cercare le persone scomparse o i malviventi.
Attraverso la TenYearChallenge Trend molti utenti hanno dato in pasto a questi algoritmi molte informazioni centrandole in un preciso arco temporale. Inoltre, vi ricordiamo di leggere attentamente le condizioni d’uso dei Social. Nel caso di Facebook, la normativa dice che: “l’utente è titolare dei contenuti che crea e condivide su Facebook e su altri Prodotti Facebook che usa. È libero di condividere i propri contenuti con chiunque, in qualsiasi momento. Quando l’utente condivide, pubblica o carica un contenuto coperto da diritti di proprietà intellettuale, concede una licenza. Ciò implica, ad esempio, che se l’utente condivide una foto su Facebook, autorizza il Social a memorizzarla, copiarla e condividerla con altri soggetti (sempre nel rispetto delle proprie impostazioni), quali fornitori di servizi che supportano il servizio o altri Prodotti Facebook in uso”.
Pertanto, è sempre utile fare attenzione e usare queste piattaforme in modo attivo e consapevole.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.