Con il termine  SEOSearch Engine Optimization, si indica l’insieme delle tecniche e strategie per rendere un sito web ottimizzato. In questo modo l’algoritmo di Google lo premia collocandolo nelle prime posizioni della SERP, cioè l’elenco ordinato che si ottiene in seguito ad una ricerca. Ok non siamo molto chiari ecco perché andremo a spiegartelo meglio.

 

SEO

La SEO e le parole chiave

Immaginiamo di voler andare in vacanza alle terme e di volere prenotare l’albergo online. Cosa facciamo? Digitiamo su Google le parole “Vacanza alle terme hotel” e poi andiamo a leggere i risultati. Ovviamente ci fermeremo ai primi siti web senza visionare né la seconda né la terza pagina. Ecco la SEO fa proprio questo ci permette di collocare il nostro sito nelle prime posizioni.

Come si fa la SEO?

Innanzitutto producendo contenuti originali, interessanti e con le opportune parole-chiave. Queste ultime non sono altro che i termini attraverso i quali vogliamo farci conoscere sul web. Le parole-chiave devono essere scelte con particolare cura in quanto fondamentali per il business. Esse devono essere pertinenti, cioè caratterizzanti il settore, persuasive, ossia devono saper coinvolgere l’utente e soprattutto devono essere ricercate. Quest’ultima caratteristica si può determinare grazie agli strumenti gratuiti offerti da Google:

  • Google Trends è un tool molto semplice da utilizzare. In pratica basta digitare una parola chiave e vedere l’ andamento nel tempo dell’argomento di tendenza.
  • Google Keyword Planner è uno strumento di pianificazione delle parole chiave. Dalla voce Media delle ricerche mensili si può ottenere  “il numero medio di volte che le persone hanno cercato una parola chiave e le sue varianti simili in base alle impostazioni di targeting e all’intervallo di date selezionato.”

Inoltre per  fare della buona SEO è fondamentale ottenere diversi link da siti il più possibile pertinenti e rilevanti ma di questo ne parleremo la prossima volta.